Il segreto del successo di Andre Agassi (Motivazione e duro lavoro per diventare dei numeri uno)

Il segreto del successo di Andre Agassi (Motivazione e duro lavoro per diventare dei numeri uno)

Massimo Binelli, Mental Coach, l’allenatore della mente. Visita il sito http://massimobinelli.it e iscriviti al Blog per ricevere la mia Guida per la tua Crescita Personale! Sei un atleta e vuoi aumentare la tua potenza mentale? Visita il sito http://atletavincente.com: tre sessioni di coaching GRATIS! Vuoi diventare una Persona Vincente? Acquista il mio libro “Atleta Vincente. Strategie e tecniche per diventare campioni nello sport e nella vita”: http://amzn.to/2q6nPY0

—————————————————————

“Open”, la biografia di Andre Agassi (http://amzn.to/2x8qNQC) è uno di qui libri che io definisco stregati. Sono scritti con un’alchimia tale che quando inizi a leggerli non vorresti più smettere fino alla fine, ma nel contempo, man mano che divori le pagine (e sono quasi 500!), ti viene voglia di rallentare, per non far finire l’idillio troppo in fretta. Il mio obiettivo, da mental coach, era quello di capire tra le righe quali strategie possa aver adottato un atleta che, pur odiando con tutto il cuore il suo sport, il tennis, è riuscito, unico al mondo, a vincere un Golden Slam, cioè i quattro tornei del Grande Slam più l’oro olimpico.

Sono certo che anche chi non segue il tennis conosca Agassi. È stato professionista dal 1986 al 2006, per lungo tempo in vetta alla classifica Atp. Di lui si è parlato molto, per i suoi matrimoni rumorosi, prima con Brooke Shields e poi con Steffi Graf, la più grande tennista di tutti i tempi, con cui vive tuttora, e per le sue attività filantropiche. Ma la rivelazione che ha fatto scalpore, dopo l’uscita del libro (http://amzn.to/2x8qNQC), è quella riportata anche nella quarta di copertina:

«Odio il tennis, lo odio con tutto il cuore, eppure continuo a giocare, continuo a palleggiare tutta la mattina, tutto il pomeriggio, perché non ho scelta… Continuo a implorarmi di smettere e continuo a giocare, e questo divario, questo conflitto, tra ciò che voglio e ciò che effettivamente faccio mi appare l’essenza della mia vita».

Nessun essere umano può sacrificare volontariamente un terzo della propria vita senza la motivazione intensa scatenata da un obiettivo personale da raggiungere o una vocazione da seguire. Su questo penso che possiamo trovarci d’accordo, vero? Gli obiettivi che spingono gli esseri umani a compiere azioni apparentemente irrazionali sono pressoché infiniti: la fede in un’ideale, il desiderio di arricchirsi, la notorietà… Ma cosa può aver spinto Agassi a dedicare un terzo della sua vita a un’attività che odiava con tutto il cuore? Dovrei rivolgere questa domanda al diretto interessato, tuttavia una chiave di lettura, estremamente significativa, ce la offre lui stesso, là dove descrive quella «piacevole sensazione che dà una palla colpita alla perfezione», definita da Andre «l’unico attimo di pace». Quando era consapevole di aver fatto qualcosa alla perfezione, per un istante godeva «di un senso di equilibrio mentale e di calma», sono sempre sue parole. Fantastico!

Grazie a questa straordinaria motivazione, probabilmente nata come reazione alle tirannie del padre che desiderava ardentemente che almeno uno dei suoi figli, a qualunque costo, diventasse il numero uno al mondo del tennis, Andre è riuscito a trasformare la sua forza interiore in una inesauribile resilienza, che gli ha permesso di sopportare la terribile “formula del successo”, escogitata per lui proprio dal padre, inventore del diabolico “drago” lanciapalle: 2500 palle da colpire al giorno; 17500 alla settimana; quasi un milione in un anno, perché «un bambino che colpisce un milione di palle all’anno sarà imbattibile», ripeteva fino all’ossessione papà Agassi.

Per scoprire i “segreti di Agassi”, leggi l’articolo completo nel mio Blog:
http://massimobinelli.it/il-blog-di-mb/il-segreto-del-successo-di-andre-agassi-motivazione-e-duro-lavoro-per-diventare-dei-numeri-uno

Vuoi parlarne? Prenota una Sessione di Coaching Gratuita con me:
http://massimobinelli.it/info

—————————————————————

Per restare in contatto:

Massimo Binelli: http://massimobinelli.it
Atleta Vincente: http://atletavincente.com

YouTube: http://bit.ly/cMassimoBinelliCoach
Facebook: http://bit.ly/MassimoBinelliCoach
Facebook http://bit.ly/AtletaVincente
Twitter: http://bit.ly/MassimoBinelli
G+: http://bit.ly/plusMassimoBinelliCoach
Linkedin: http://bit.ly/massimobinelli

Please follow us:
FACEBOOK
Twitter
Google+
Pinterest
Pinterest